Un ‘cubo’ in posto 3, Marco Cubito nuovo centrale della Monini Marconi

cubito sfondo

La Monini Marconi piazza un altro importante colpo di mercato ingaggiando uno dei centrali più promettenti dell’intera Serie A2. Alla corte della presidente Vincenza Mari arriva Marco Cubito, 25enne di 202 cm nato a Taormina che, dal 2011, veste la maglia della Rinascita Volley Lagonegro. La stagione 2016/2017 è stata la prima in A2 per Marco, che ha fatto capire di essere prontissimo per questo palcoscenico: 202 i punti messi a segno in questo campionato (oltre 7 di media a partita) con ben 62 muri, una media di 2,2 per match. Numeri che hanno contribuito in maniera determinante alla salvezza della sua squadra, che ha chiuso al primo posto la Pool Salvezza e centrato l’obiettivo con grande anticipo.

“Sono felicissimo della chiamata della Monini – racconta Marco nella prima intervista da giocatore oleario -, perché è una società seria ed organizzata che punta in alto”. E’ la prima volta così lontano dalla sua Sicilia. “E’ vero – ammette – non mi sono mai allontanato così tanto da casa, ma non è un problema perché mi piacciono le nuove sfide ed era arrivato il momento di cambiare dopo tante stagioni con la stessa maglia. Tra l’altro non vedo l’ora di conoscere la gente di Spoleto, so che i tifosi sono molto calorosi e questo mi aiuterà ad ambientarmi in fretta”.

Marco si è adattato in fretta ai ritmi di gioco della Serie A2, arrivando a mettere a segno anche 7 muri punto in una solo partita. “Credo che la mia qualità migliore rimanga l’attacco – racconta – ma credo anche di aver fatto molti progressi nel fondamentale del muro, e so che posso ancora crescere”. Intanto si sta allenando da solo in palestra, nella sua Taormina. “Non posso fermarmi durante l’estate, voglio assolutamente tenermi in forma per arrivare al top quando inizierò la preparazione con i miei nuovi compagni. Di nome li conosco tutti, sono dei grandissimi giocatori. Non vedo l’ora di conoscerli di persona e giocare insieme a loro!”.

Contestualmente all’arrivo di Marco Cubito, lascia Spoleto Roberto Festi. Il centralone trentino ha fatto breccia nel cuore dei tifosi grazie alla sua spontaneità e simpatia oltre che per le indiscusse qualità tecniche. A lui la Monini Marconi augura le migliori fortune per il prosieguo della carriera da atleta professionista.