Spoleto deve salutare anzitempo la Coppa, i Lupi si confermano “bestia nera”

spoleto-santa croce (29)

Troppo poco un set su 4 giocato da Monini Marconi per proseguire la strada in Coppa Italia. La Kemas Lamipel Santa Croce fa suo il quarto di finale del Palarota e vola al turno successivo mentre gli oleari, esattamente come lo scorso anno, interrompono anzitempo la loro corsa al trofeo. MVP del match l’opposto brasiliano Wagner Pereira che soprattutto nel primo e nel quarto set ha trascinato i suoi in attacco (23 punti per lui). I Lupi si confermano “bestia nera” della Monini, già nella Poule Promozione della scorsa stagione, infatti, avevano fatto loro sia la sfida di andata che quella di ritorno. La battuta d’arresto fa male, certo, ma non vanifica quanto di buono la squadra ha fatto in stagione fino ad ora, e già domenica c’è l’occasione per ritrovare la strada giusta nel match casalingo contro Lagonegro.

La cronaca – Provvedi conferma il sestetto che ha sbancato Ortona, Totire punta sull’ex Miscione al centro e sul duo Colli-Hage in banda. Un primo tempo di Van Berkel e un muro su Hage inaugurano il match, poi c’è il rocambolesco punto di Galliani direttamente con la ricezione (4-3). Dall’altra parte due bombe in parallela di Wagner fanno capire che l’opposto brasiliano non è per caso sul podio dei marcatori di questa A2. Break ospite con il muro di Wagner su Galliani, Giannotti spara out un attacco e sull’8-11 coach Provvedi non può esimersi dal chiamare time out. Il servizio jump flot di Miscione mette molto in difficoltà la Monini, punto diretto per l’8-13, ma è sempre Wagner il pericolo numero uno per gli oleari e sul 12-18 Provvedi è costretto a fermare ancora una volta il gioco. Segoni, subentrato a Giannotti, trova due punti consecutivi (17-20) e questa volta tocca a Totire usare il time out a disposizione. Quando Wagner colpisce due volte dalla linea dei 9 metri cala però il sipario sul primo set, gli ospiti se lo aggiudicano per 20-25.

Il momento no della Monini Marconi prosegue anche ad inizio secondo set, 1-4 con due ace subiti e una palla che cade docilmente dopo il palleggio di Corvetta senza che nessuno la spinga nell’altra metà campo. Arrivano anche un paio di muri ben assestati sui centrali a togliere ulteriori certezze agli oleari, Provvedi chiama il secondo time out e getta nella mischia Bertoli per Galliani e Cubito per Van Berkel senza però invertire la tendenza di un parziale che prosegue sui binari della negatività. C’è anche Costanzi per Corvetta sull’11-20, ma c’è anche Elia che adesso è una sentenza da posto 3 e porta i suoi sul 2-0 con un grande finale (15-25).

Il terzo set è l’ultima occasione per non salutare anzitempo la Coppa Italia, la Monini lo “azzanna” con un 4-0 di parziale ma subisce un controbreak di 3-0 propiziato dalle battute di Miscione, sempre molto insidiose. Il nuovo più 3 arriva con un gran muro di Van Berkel su Colli ed è seguito dal time out di Totire, che vede però gli oleari scappare sul più 4 dopo un altro muro punto, stavolta di Giannotti su Wagner. Il missile aria-terra sparato da Bertoli a 108 km/h vale il più sette (17-10), Totire prova a raddrizzarla con le forze fresche dalla panchina (dentro i vari Acquarone, Zonca e Benaglia) ma quando Giannotti spara un ace e mezzo dai 9 metri i titoli di coda scorrono su questo terzo set (25-17). La partita è riaperta.

Spoleto sembra aver perso un po’ l’abbrivio che si era visto nel terzo parziale, ci si mette anche la sfortuna quando lo scontro tra Giannotti e Bertoli impedisce all’opposto di attaccare. Provvedi deve chiamare il time out sul 6-10, arriva un break con Mariano in battuta che infiamma il Palarota e riporta Spoleto a meno uno poi però Santa Croce da una nuova spallata e risale fino al 12-16. E’ la svolta del set che prende definitivamente la strada dei toscani, anche grazie alla ritrovata vena di Wagner che con i suoi attacchi rende il gap impossibile da colmare. L’ultimo sussulto è di marca tutta spoletina con le battute di Segoni e il tocco di 2° di Costanzi, me è troppo tardi. Finisce 1-3 per Santa Croce, che sfiderà la vincente di Roma-Gioia del Colle in programma giovedì.

Monini Spoleto – Kemas Lamipel Santa Croce 1-3 (20-25; 15-25; 25-17; 19-25)

Monini Spoleto: Zamagni 5, Bertoli 10, Giannotti 16, Galliani 4, Van Berkel 7, Corvetta 1, Bari (L1), Di Renzo (L2), Mariano 7, Costanzi 2, Cubito 1, Segoni 5, Katalan, Agostini. All: Provvedi

Kemas Lamipel Santa Croce: Elia 8, Ciulli 2, Miscione 5, Colli 6, Pereira 23, Hage 10, Taliani (L), Zonca 3, Acquarone, Benaglia 2, Andreini (L), Polidori, Crescini. All: Totire