Spoleto brilla con Lagonegro, ma si guarda già alle prossime due sfide chiave

tardioli e mariano

La bella prova della Monini Marconi contro Lagonegro non ha mutato di molto la classifica, se non fosse che Brescia, prossimo avversario, ora è più che mai alla portata. Reggio Emilia ha vinto a sorpresa contro la capolista Mondovì mantenendo la terza piazza, Potenza Picena si è imposta nettamente nel derby marchigiano con Macerata rimanendo a meno due dagli oleari.

La sostanza è che c’è ancora tanto lavoro da fare e tanto sudore da lasciare sul campo per conquistare il posto nei playoff, ma il nuovo coach Francesco Tardioli vuole giustamente partire dai complimenti ai suoi per la bella vittoria. “Bravi i ragazzi a mettere in pratica tutte le indicazioni che avevamo provato nel pre gara, sono stati molto intelligenti a cambiare da soli qualcosa quando ce n’è stato bisogno, questo dimostra che il gruppo è molto forte. Ci godiamo ancora per qualche istante questa vittoria ma poi resettiamo tutto e pensiamo al lavoro da fare per le prossime sfide”.

Prossime sfide che si chiamano Brescia (in trasferta) e Reggio Emilia (in casa), le concorrenti più dirette al momento per i playoff. Giusto partire da quanto di buono visto domenica contro Lagonegro, a cominciare da una ricezione di squadra positiva al 58% e un attacco al 52%. Bene anche la correlazione muro-difesa, uno dei primi aspetti su cui Tardioli ha lavorato, che ha consentito di contrattaccare con esito positivo ben 31 palloni. Anche sui muri punto non c’è stata storia: 15 a 3 per la Monini con Padura Diaz (5) e Aguenier (4) sugli scudi. La ricezione buona ha permesso a Zoppellari di variare molto il gioco e di appoggiarsi con frequenza sui centrali, che hanno messo quasi sempre palla a terra. In banda Ottaviani che Mariano hanno dato un contributo preziosissimo sia in ricezione che in attacco.

Ed è proprio Mariano che parla dei prossimi impegni in calendario. “Oggi ottima partita, siamo stati bravi a mettere in pratica i dettami di coach Tardioli, ma creo che contro Brescia e Reggio servirà qualcosa in più perché quelle sono squadre che giocano insieme dall’inizio e che da subito hanno trovato gli equilibri giusti, noi invece lo abbiamo fatto solo a tratti e da questo punto di vista dobbiamo crescere ancora. Dobbiamo tutti mettere qualcosa in più a livello di prestazioni ed entusiasmo per arrivare a quel livello, posso dire che ce la metteremo tutta e che cercheremo sempre e comunque di vincere”.

INTERVISTA TARDIOLI

INTERVISTA MARIANO

AZIONI SALIENTI