Sofferenza e tanto cuore, così Spoleto batte Mondovì e sorpassa Bergamo in classifica

attacco galliani

Quanta sofferenza a Mondovì per la Monini Marconi. Dopo quasi due ore e mezzo di gioco Corvetta e compagni hanno ragione di un VBC mai domo, che dimostra di non valere affatto la posizione di classifica che occupa attualmente. Bravi gli oleari a gestire meglio le energie nell’arco del confronto e a portare a casa un successo, seppur da due punti, che certifica il sorpasso in classifica ai danni di Bergamo e la seconda piazza in classifica al giro di boa. La Caloni Agnelli che perde in casa contro Cantù e la capolista Tuscania che vince solo al tie break contro il Club Italia sono l’ennesima riprova di quanto questo campionato sia appassionante ed equilibrato. Ufficiale anche l’avversaria nei quarti di Coppa Italia, sarà la Kemas Lamipel Santa Croce che arriverà al Palarota mercoledì 29 novembre (gara secca).

La cronaca - Nessuna sorpresa nello schieramento iniziale della Monini Marconi, Provvedi conferma la diagonale con Corvetta e Giannotti, Bertoli e Galliani in banda e Zamagni e Van Berkel centrali, con Bari libero. Prima fase di match in cui gli attacchi prevalgono sulle difese. Giannotti col servizio forza subito e trova il break, poi una difesa di Di Renzo consente la rigiocata che vale il più tre (5-8). I padroni di casa hanno una buona reazione con un muro e l’ace di Paoletti, che poi attacca una palla quasi impossibile e porta avanti i suoi 11-10. L’equilibrio non si spezza, al minibreak spoletino risponde l’ace di Sordella per il 18 pari. Lo strappo buono arriva nella fase calda del set: Bertoli riceve una bomba al servizio di Paoletti e attacca vincente, Van Berkel stampa il muro nell’azione successiva e firma il 19-22, punteggio sul quale Barisciani chiama il suo primo time out. L’1-0 per la Monini arriva sull’errore al servizio di Parusso.

Punto a punto l’inizio del secondo parziale, anche in questo caso attacchi che prevalgono sulle difese. Ci prova Galliani con l’ace fortunoso (8-10), Mercorio spara fuori la pipe (confermato dal video check) e Spoleto allunga a più 3. Cortellazzi e Paoletti si caricano sulle spalle la squadra e, soprattutto dai 9 metri mettono in difficoltà la ricezione olearia perfezionando l’aggancio. I monregalesi vanno anche avanti, sempre grazie all’opposto Paoletti, Provvedi opta per il time out e manda in campo Cubito per Van Berkel. Con un paio di muri ben assestati i padroni di casa salgono a più due nella fase più importante e riescono ad impattare il conto dei set.

Sulle ali dell’entusiasmo Mondovì comincia benissimo il terzo parziale, 4-1 con l’attacco vincente di Mercorio. Cubito, rimasto in campo per Van Berkel, sbaglia il primo attacco ma mette a segno il secondo (6-3), poi finalmente arriva l’ace di Giannotti e la parità a quota 8 è servita. Al break non segue però l’atteggiamento positivo che Provvedi sperava, ecco spiegato il time out sul 13-10 in favore di Mondovì che, al contrario, gioca senza strafare ma con grande regolarità in tutti i fondamentali. Giannotti scuote i suoi con due attacchi vincenti consecutivi, Paoletti risponde con un gran diagonale da posto 4. C’è anche Mariano in campo, dalla sua battuta e la successiva difesa di Di Renzo nasce il punto della parità (17-17) e da due muri punto di Cubito e Corvetta nasce il minibreak che proietta la Monini a più due. Giannotti tiene avanti i suoi, ma ancora meglio fa Paoletti che sembra inarrestabile. La Monini deve cedere sotto i suoi colpi (25-23).

Torna Galliani nel quarto set, il suo attacco regala il primo vantaggio alla Monini (4-3). Cortellazzi con un raro errore al palleggio concede il più due agli ospiti, ma con un gran turno al servizio di Sordella, oltre alle bordate del solito Paoletti, Mondovì trova l’aggancio e a sua volta il vantaggio, costringendo al time out Provvedi. Stavolta gli oleari escono decisi dalla panchina, costruendo azioni convincenti e piazzando qualche buon muro, specialmente con Cubito, sul 14-17 il time out è per Barisciani che non vuole vedere i suoi cedere dopo quanto di buono fatto. Spoleto adesso trova qualche buona soluzione anche al servizio, doppio ace per Giannotti e Galliani per (15-20), ma Mondovì è sempre li in agguato e in un lampo, anche con un paio di innesti dalla panchina, torna a meno uno (21-22), grazie al video check che cambia la decisione arbitrale su un attacco in lungo linea di Giannotti. Sono proprio l’opposto padovano e Galliani a togliere le castagne dal fuoco: 23-25 e tie break.

La Monini inizia forte (0-3), subito un time out per Barisciani. E’ il break che deciderà la partita perché le due squadre se le danno di santa ragione fino all’ultimo, ma il vantaggio accumulato in apertura dagli oleari è decisivo. Si chiude 12-15 con un attacco vincente di un positivissimo Cubito, anche se prima di scatenare la festa i giocatori e la panchina gialloblù devono attendere il responso dell’ultimo video check.

VBC Mondovì – Monini Spooleto 2-3 (21-25; 25-23; 25-23; 23-25; 12-15)