Reparto schiacciatori al completo con l’arrivo di Mirco Crsitofaletti

Esultanza Cristofaletti

Mirco Cristofaletti è il giocatore scelto dalla Monini Marconi per completare il reparto degli attaccanti di posto quattro. 22 anni ancora da compiere, di proprietà del Trentino Volley, questo schiacciatore di 194 cm è uno dei prospetti più interessanti della Serie A2 ed è reduce da una stagione disputata come titolare inamovibile con la maglia della Goldenplast Potenza Picena, con cui ha conquistato una meritatissima salvezza.

Nel campionato 2017/2018 ha viaggiato a 8,5 punti di media a partita andando in doppia cifra ben 13 volte, ha messo a segno 15 ace e 25 muri punto e dimostrato una buona dimestichezza in ricezione. Al di là dei numeri però, quello che colpisce di Mirco è il suo temperamento in campo. “Mi reputo un giocatore emotivo – racconta -, molto presente sia a livello caratteriale che di gioco. Mi piace occupare tanto spazio all’interno del campo e cerco di lavorare sempre sull’aspetto mentale, sono uno che non molla mai”.

“Scegliere Spoleto – prosegue – non è stato difficile. Stiamo parlando di una delle grandi della A2 e appena ho sentito il nome della Monini ho spinto per venire qui. Inoltre avrò l’opportunità di lavorare con Luca Monti che reputo un allenatore preparatissimo. Sarà la mia prima stagione in una squadra fatta di giocatori esperti della categoria e perfino della SuperLega, prima ho sempre fatto parte di gruppi molto giovani. Non vedo l’ora di potermi allenare tutti i giorni con gente del calibro di Mattia Rosso e Romolo Mariano, solo per citarne due, spero di poter imparare tanto da loro e magari ‘rubare’ qualcosa del loro enorme bagaglio tecnico”.

Idee molto chiare per Mirco, nonostante la giovanissima età. “L’idea di dover sudare tutti i giorni per guadagnarmi l’opportunità di giocare mi stimola tantissimo, lavorerò a testa bassa per meritarmi il posto. Arrivo in una squadra che ha grandissime potenzialità, spero di togliermi tante soddisfazioni con questo gruppo e, a fine stagione, di aver dimostrato che posso confrontarmi alla pari con i migliori giocatori di questa categoria”.