Nulla da fare per la Monini a Siena, gli oleari scivolano a meno 6 dal sesto posto

siena-spoleto

Nulla da fare per la Monini Marconi a Siena. Gli oleari provano ad arginare la vena dei padroni di casa, letali soprattutto in attacco, ma alla lunga non reggono l’urto di Fabroni e soci che si impongono 3 set ad 1 e scappano a più 7 in classifica. Non è l’unica cattiva notizia per la Monini Marconi oggi, perché a sorpresa Brescia sbanca il Pala Parenti di Santa Croce e adesso la rincorsa al sesto posto diventa quasi proibitiva. Sono 6 i punti da recuperare su Brescia a 3 gare dal termine, 7 sulla stessa Siena e su Tuscania, ora appaiate al quarto posto.

La cronaca - Monti conferma Cubito al centro dopo la buona prova di Grottazzolina, in posto 4 torna Bertoli in coppia con Galliani. La Emma Villas si schiera come nella gara di andata, con Melo al centro e Fedrizzi e Vedovotto sulle bande. Primo break ospite con il contrattacco chiuso da Bertoli, Siena è un po’ fallosa al servizio e la Monini prova ad approfittarne. All’ennesimo errore dai 9 metri dei suoi, e sul punteggio di 8-10, Cichello chiama il primo time out, ma Cubito, fortunosamente, trova il punto direttamente dalla difesa in bagher e porta i suoi a più 3. Siena fa bene in attacco, soprattutto con Fedrizzi, e torna a meno uno col muro di Melo su Raic provocando il time out di Monti. L’oppostone croato della Monini sii riprende il maltolto con un fantastico contrattacco, ma ai vantaggi è Siena a spuntarla grazie a due ottime giocate dell’olandese Boswinkel.

Nel secondo set Siena torna a commettere qualche imprecisione in battuta, ma è sempre positiva in attacco. Spoleto non si disunisce e riesce a sorpassare con una buona fase di muro-difesa (6-8), di lì a poco però accusa un break pesante sotto i muri dei padroni di casa che scappano a più quattro. Dentro Segoni per la Monini che si fa vedere subito con un buon servizio e un attacco vincente, Spoleto si riavvicina fino al meno uno ma la pipe di Fabroni e Fedrizzi fa malissimo. Fanno ancora più male le battute del regista senese che scrive il 23-18 con un ace, chiude il parziale un errore di primo tempo.

Emma Villas comincia il terzo set con l’ex Bargi in campo al posto di Spadavecchia e con un break di tre punti che dura fino a metà parziale. Sul 13-11  Monti effettua il doppio cambio mandando in campo Costanzi e Segoni, poi Van Berkel per Cubito e la parità e ristabilita grazie anche ad un ace del canadese, il primo del match per gli ospiti. Nel momento migliore della Monini si fa male Segoni subito dopo un attacco, Monti richiama quindi la sua diagonale titolare e trova da Galliani e Zamagni due ottime giocate che valgono il 17-20. Per la Monini arrivano 3 set point quando Bertoli mura Vedovotto, al secondo tentativo chiude Raic da seconda linea.

Gli errori dai 9 metri sono un lontano ricordo per la Emma Villas che inizia il quarto set martellando a ripetizione. L’ace di Fedrizzi scrive il 7-4 e induce al time out Monti. Nonostante il secondo ace consecutivo del martello toscano la Monini ha un sussulto e torna in partita, sul 10-9 il time out è per Cichello. E’ Fabroni a piazzare il break decisivo dai 9 metri, due bordate che scrivono il 20-16 e indirizzano definitivamente la gara verso la squadra del palio, anche perché il tentativo di rimonta ospite viene vanificato dal cartellino rosso per proteste comminato a Corvetta.

Emma Villas Siena – Monini Spoleto 3-1 (27-25; 25-19; 22-25; 25-20)

Emma Villas Siena: Fabroni 4, Melo 11, Spadavecchia 3, Fedrizzi 27, Vedovotto 15, Boswinkel 16, Giovi (L), Bargi 1, Pochini, Braga, Graziani, Di Tommaso. All: Cichello

Monini Spoleto: Zamagni 7, Bertoli 11, Raic 10, Galliani 16, Cubito 3, Corvetta 1, Bari (L), Segoni 5, Costanzi, Mariano, Agostini, Di Renzo (L), Katalan, Van Berkel 3. All: Monti