Monini travolgente, 3-0 alla Pag Taviano e quarti di Coppa conquistati

spoleto-taviano (1)

Ottavo successo in 10 gare per gli oleari, settimo per 3-0. Giannotti MVP con 9 ace nell’arco dei tre set

Non stecca la Monini Marconi nel secondo appuntamento casalingo consecutivo. 3-0 alla Pag Taviano in un’ora e un quarto e pass in tasca per i quarti di Coppa Italia (bisognerà attendere ancora per conoscere il nome dell’avversaria). Oleari bravi a non farsi spaventare da un avvio veemente degli ospiti, dopo qualche patema iniziale Corvetta e compagni si sono sciolti andando a conquistare l’intera posta con un Giannotti capace di mettere a terra 9 ace nell’arco di tre set. Davvero tanta roba per l’opposto padovano che dimostra come l’infortunio alla caviglia sia solo un lontano ricordo. In classifica c’è l’aggancio a Bergamo a quota 23 punti, anche se i lombardi mantengono la seconda piazza grazie ad un miglior record di vittorie.

La cronaca - Provvedi non cambia e si affida ai soliti 6+1 con Di Renzo a dar man forte in difesa. In casa Taviano forfait dell’ultima ora per Mariella e Bigarelli, al loro posto giocano Piedepalumbo e Beltrami. Un buon avvio di marca ospite viene contenuto dagli attacchi di Galliani, il primo break per i locali arriva sul turno in battuta di Corvetta (10-7) e genera il time out di Licchelli, da cui però si esce con 3 ace di Beltrami che ribaltano il punteggio. Provvedi allora corre ai ripari e inserisce Msariano per Galliani. Prova la nuova spallata la Monini Marconi con l’ace di Giannotti (18-15), il primo di una lunga serie che finalmente fa respirare la Monini Marconi. Per la cronaca, il più veloce dei servizi dell’opposto oleario tocca i 112 km/h, si chiude 25-16.

L’assetto con Mariano da qualche sicurezza in più a Provvedi che conferma il martello bergamasco nel sestetto del secondo parziale. Ed è proprio da un turno al servizio di Mariano che nasce il break (7-3), implementato dall’ace di Corvetta che porta a 5 il vantaggio. Arriva il nuovo show di Giannotti al servizio: ace e slash che manda Bertoli ad attaccare in pipe il 14-7. Al festival degli ace si iscrive anche Mariano (17-9), ma c’è il sussulto degli ospiti che con un muro punto e un ace di Astarita si riavvicinano un po’ inducendo Provvedi a fermare il gioco. Sono due muri spaventosi di Van Berkel e riportare il sereno in casa Monini, il 2-0 porta la firma di Zamagni con un primo tempo dei suoi.

Mariano è scatenato ad inizio terzo set, tre punti consecutivi con tre attacchi differenti a conferma del suo enorme bagaglio tecnico. Taviano con due muri impatta a quota 5, è proprio questo fondamentale a tenere a galla gli ospiti che rimettono anche la testa avanti (8-9). A togliere le castagne dal fuoco, tanto per cambiare, sono le battute di Giannotti: 113 km/h per il secondo ace consecutivo e il 13-10. Taviano lotta, più che nei set precedenti, ma subisce troppo le battute degli avversari e non può rientrare. Il muro di Zamagni su Ruiz regala 7 match point, si chiude alla seconda opportunità con un attacco di Giannotti.

Monini Spoleto – Pag Taviano 3-0 (25-16; 25-17; 25-18)

Monini Spoleto: Zamagni 7, Bertoli 6, Giannotti 21, Galliani 3, Van Berkel 8, Corvetta 2, Bari (L), Mariano 9, Di Renzo (L), Segoni, Costanzi, Agostini, Cubito, Katalan. All: Provvedi

Pag Taviano: Musardo 6, Beltrtami 9, Astarita 10, Ruiz 8, Smiriglia 3, Piedepalumbo 2, Percoco (L), Bigarelli, Mariella, Avelli, Torsello, Bruno. All: Licchelli