La Monini Spoleto torna da Ferrara con una sconfitta ma anche un punto utile a muovere la classifica

La Monini Spoleto esce dalla trasferta di Ferrara con una sconfitta, la terza in questo campionato (tutte in trasferta), ma anche con un punto utile a muovere la classifica. Che la partita sarebbe stata difficile se lo aspettavano un po’ tutti, in primis allenatore e giocatori, ma non può non esserci un po’ di rammarico visto che gli oleari sono stati rimontati due volte e poi superati solo nel finale.

monini - carpi (22)Coach Provvedi schiera la squadra con Vanini e Morelli, Miscione e Zamagni, Dordei e Segoni e Garofalo libero. E’ di Miscione il primo acuto: suoi il muro del 3 pari e l’attacco del 3-4, poi Vanini si esibisce in una spettacolare alzata in bagher che manda Morelli a schiacciare il pallone del 6-8. L’opposto oleario si esalta anche sull’alzata di Segoni, ma Ferrara è perfettamente in partita e con un pallonetto di Fontana sorpassa gli avversari (11-10). Si gioca sul filo dell’equilibrio fino a quando un altro muro di Miscione riporta l’inerzia dalla parte della Monini che, grazie anche all’errore in attacco di Boscolo, torna a più due (16-18). Finale al cardiopalma con Segoni che risolve un’azione lunghissima e Zamagni e Morelli che annullano due set point, prima che il muro di Dordei e l’invasione di Bortolato consegnino il set a Spoleto col punteggio di 26-28.

Anche nel secondo set sembra regnare l’equilibrio ma due errori dei padroni di casa mandano le squadre al primo time out tecnico con la Monini avanti di due. A dimostrare che gli oleari siano in palla sono l’attacco vincente da seconda linea di Morelli e il primo tempo di Zamagni per l’8-11. Il più tre ospite resiste anche alla seconda pausa tecnica del set, propiziato da un attacco vincente di Segoni, poi però qualcosa si inceppa nei meccanismi di gioco oleari e Ferrara rientra in partita andando a conquistare il parziale col punteggio di 25-22.

C’è da riorganizzare le idee nel terzo periodo, che inizia con un Morelli in grande evidenza e una Ferrara ancora un po’ fallosa: Spoleto avanti 8-4 al primo time out, addirittura più sette poco dopo (7-14) grazie al muro di Morelli, letteralmente scatenato. L’opposto spoletino prima difende e poi attacca vincente da seconda linea per il 9-17, scrivendo di fatto i titoli di coda del set. Allo show si iscrive anche Matteo Segoni col mani-fuori del 13-22, a fissare il 2-1 in favore della Monini è un errore di Bortolato direttamente dalla linea di battuta.

Ferrara parte bene nel quarto set, decisa a portare il match al tie-break, e approfittando di qualche errore ospite arriva al primo time out tecnico avanti 8-5. Provvedi si affida all’esperienza mandando in campo Vigilante e Lattanzi per Morelli e Dordei, ma Ferrara continua a spingere forte e si porta addirittura sul 12-5. I padroni di casa continuano a macinare gioco e punti e, nonostante gli attacchi vincenti di un Vigilante mai domo, allargano il divario fino al più dieci (21-11), rendendolo incolmabile e pareggiando il conto.

La partita viene quindi decisa al tie break, che la Monini inizia con Bargi in campo al posto di Miscione. Il primo minibreak porta la firma ferrarese (10-8) ed è quello decisivo. La Monini non riesce infatti a ricucire lo strappo ed è costretta ad incassare la terza sconfitta in questo campionato, anche se con un punto si può leggermente muovere la classifica ai danni di Grosseto, a sua volta sconfitta a Cagliari.

Niagara 4 Torri Ferrara – Monini Marconi Spoleto 3-2 (26-28; 25-22; 15-25; 25-14; 15-11)

Niagara 4 Torri Ferrara: Baldazzi 23, Fontana 13, Govoni 2, Borgatti 1, Bortolato 22, Boscolo 1, Bragatto 6, Bernard 8, Morelli, Di renzo (L), Soriani, Drago. All: Martinelli

Monini Spoleto: Morelli 27, Vanini 1, Miscione 4, Dordei 10, Zamagni 10, Segoni 8, Garofalo (L), Vigilante 5, Bargi 4, Lattanzi, Battistelli, Beccaro, Paolini (L). All: Provvedi