La Monini Marconi si ferma anche in campionato, a Livorno è 0-3

Attacco Paoli

La marcia della Monini Marconi in campionato si ferma, bruscamente, alla Bastia di Livorno. L’Acqua Fonteviva Apuana domina il primo set, poi si dimostra più lucida nei momenti caldi del terzo e del quarto e conquista meritatamente tre punti d’oro. Per la Monini invece zero punti in tasca e qualche rammarico, soprattutto per un vantaggio di 4 punti dilapidato nel terzo parziale. Da martedì, quando gli oleari torneranno a lavorare, ci sarà da riflettere su questa sconfitta e ovviamente andare avanti con serenità, perché ci sono ancora tante partite da giocare e punti da conquistare.

La cronaca - Luca Monti non cambia il sestetto titolare, sempre Fedrizzi e Rosso in banda con Padura Diaz opposto e Zoppellari ad innescarli. I centrali sono Zamagni e Aguenier, liberi Santucci e Di Renzo. Montagnani deve rinunciare al polacco Wojcik e sceglie in posto 4 Loglisci. L’inizio dei padroni di casa è molto buono a muro, in particolare con Paoli grande esperto di questo fondamentale. I padroni di casa trovano il 12-8 ma Monti preferisce non fermare il gioco, limitandosi a sostituire Padura Diaz con Segoni. Poco precisi gli oleari in battuta, efficaci invece i toscani che mettono in difficoltà la ricezione. Ecco spiegato il cambio tra Ottaviani e Fedrizzi, poi c’è anche quello tra Costanzi e Zoppellari, che però non cambia il tema tattico del set: 20-12 Livorno e time out obbligato per Monti. L’Acqua Fonteviva è in trance agonistica e porta a casa il primo set con un rotondo 25-18.

Monti rimette in campo tutti i titolari nel secondo set, ma quasi subito rimanda Zoppellari in panchina per Costanzi. Livorno è sempre aggressiva, Spoleto prova a rispondere con l’ace del 5 pari di Rosso e il muro del sorpasso ad opera di Fedrizzi. Ora la Monini sembra più quadrata e capace di tenere il campo, il punteggio infatti è in equilibrio, anche se il primo tentativo di fuga è dei padroni di casa (17-14) che sfruttano al meglio un paio di errori in ricezione degli oleari. Monti allora chiama time out e ripropone il cambio Ottaviani-Fedrizzi, con il martello viterbese subito molto positivo sia in attacco che in battuta. Sul 23-22 il time out è per Montagnani, che non può però evitare i vantaggi ma trova dai suoi il guizzo vincente con un muro su Rosso: 26-24 e Livorno è in fuga.

Ottaviani, rimasto in campo nel terzo set, trova il primo ace di giornata per la Monini (4-3), che scollina per prima ai 10 e tocca anche il più tre grazie alla zampata di Costanzi. Ci mette la manona anche Festi, subentrato a Zamagni, ma Livorno, pur molto fallosa al servizio, non molla. Prova allora Padura Diaz dai 9 metri a dare la spallata giusta (14-18), nulla da fare. Loglisci trova l’ace fortunoso che vale il meno uno (20-21) e rimette tutto in discussione. Livorno rimette la testa avanti proprio nel momento decisivo grazie a due ottimi attacchi di Zonca, e non c’è neanche bisogno dei vantaggi stavolta, perché dopo un video check lunghissimo e contestato il secondo arbitro conferma l’errore di Padura Diaz. Per Livorno è festa grande, per Spoleto invece una serata storta da dimenticare in fretta.

Acqua Fonteviva Apuana Livorno – Monini Spoleto 3-0 (25-18; 26-24; 25-23)

Acqua Fonteviva Apuana Livorno: Loglisci 4, Paoli 11, Zonca 12, Jovanovic 1, De Santis 18, Maccarone 5, Pochini (L), Bacci, Griesco, Miscione, Minuti, Facchini. All: Montagnani

Monini Spoleto: Zamagni 5, Fedrizzi 4, Zoppellari, Padura Diaz 13, Rosso 10, Aguenier 6, Santucci (L), Di Renzo (L), Ottaviani 6, Festi 1, Costanzi 2, Segoni, Mariano, Katalan. All: Monti