La Monini Marconi è ancora viva e martedì vuole fare l’impresa a Siena

pubblico gara 2

Fino all’ultimo respiro, fino all’ultimo pallone. Chi ama la pallavolo la ama per la sua imprevedibilità, specie nelle serie di playoff con due contendenti di egual valore. Siena e Spoleto stanno dando vita ad una finale meravigliosa, stanno esprimendo una pallavolo di altissima qualità ad intensità elevatissime.

Al momento la situazione dice 2-0 per Siena che martedì sera, tra le mura amiche del Palaestra, avrà a disposizione il primo match point. Di fronte però ci sarà una Monini Marconi ancora più arrabbiata e determinata ad allungare la serie, una Monini Marconi che ha masticato amaro quando per un soffio la fantastica rimonta in Gara 2 non si è concretizzata in una vittoria, ma che ha anche immediatamente ricompattato le sue fila e ripreso la marcia verso Gara 3.

La squadra partirà alla volta di Siena nel pomeriggio di lunedì, subito dopo l’allenamento. Martedì mattina rifinitura al Palaestra e poi via alle danze, con l’obiettivo di regalarsi e regalare ai tifosi, a tratti commoventi sabato sera, un altro spettacolo al Palarota. Dopo due gare giocate alla pari e perse al fotofinish, cosa può fare ancora la Monini Marconi per espugnare il Palaestra ed allungare la serie? E’ il condottiero oleario Luca Monti ad indicare la via: “Dobbiamo essere consapevoli della nostra forza, di ciò che ci ha contraddistinto in questi playoff. Non molliamo mai, ci vogliamo sempre provare e se le cose sono difficili ci crediamo ancora di più. Sappiamo di avere già fatto tanta strada ma non possiamo fermarci adesso, vogliamo percorrerla fino in fondo”.

Il valore di una squadra si misura spesso nei momenti di difficoltà e, come sottolineato da Luca Monti, è proprio quando tutto sembrava andare storto che questa Monini ha avuto la forza di reagire e tornare squadra. Ora serve un’ultima impresa, la più grande perché dall’altra parte della rete c’è una grande squadra come Siena, che di fronte al proprio pubblico non vorrà sprecare l’occasione di chiudere i giochi.

Ma la Monini Marconi ha già abituato i propri supporters a grandi imprese, e a loro la società chiede un ultimo sforzo, quello di seguire ancora in massa la squadra a Siena martedì sera. Fino all’ultimo respiro, fino all’ultimo pallone, tutti insieme si può fare.