La Monini ci crede e lotta con orgoglio, ma è Roma a gioire

spoleto-roma

Una vittoria accarezzata a lungo ma sfuggita all’ultimo pallone. E’ ancora una domenica amara per la Monini Spoleto che mette sotto la capolista Roma per due set, poi però subisce il ritorno degli avversari trascinati dal duo Padura Diaz-Snippe, decisivi tanto in attacco quanto al servizio. Peccato perché ancora una volta non è mancata la grinta in casa olearia, Corvetta e compagni si sono battuti fino alla fine, nei momenti decisivi però Roma ha dimostrato una marcia in più, soprattutto quando c’era da forzare la battuta.

La cronaca - Monti sceglie Mariano e Galliani in banda confermando il resto del sestetto titolare, per Spanakis ci sono i soliti sei con Romiti, ex di turno, come libero. Spoleto firma il primo break point con un bel mani out di Mariano e sale 6-3 sfruttando l’errore di Padura Diaz. Bella pipe di Galliani che inchioda il 9-6, poi muro su Padura Diaz e time out Spanakis. Il massimo vantaggio è frutto di due giocate spaziali di Raic, prima in attacco e poi a muro su Snippe (14-8). Stessa sorte per Zamagni che scrive il 16-9 e obbliga Spanakis al secondo time out nello spazio di 2 minuti. Spanakis cambia Snippe con Sacripanti quando l’olandese subisce l’ace di Zamagni, poi è il turno di Raic martellare in battuta per il 21-12. Galliani regala 9 set point ai suo che chiudono al secondo tentativo con un muro tetto di Galliani (25-16).

Con un bel muro di Franceschini su Zamagni Roma firma il primo break point della sua partita (2-4), ma Spoleto risponde subito senza paura di tirare a tutto braccio le palle sporche. Zamagni, Mariano e poi Galliani si inventano dei veri e propri jolly che ricacciano Roma a meno 3 e costringono Spanakis a fermare il gioco. Con la Monini avanti di 4 arriva una dubbia decisione arbitrale che consente a Roma di riprende un po’ di slancio, per Monti è meglio chiamare subito il time out. Ma gli ospiti adesso sono in partita e tornano a far sentire il fiato sul collo agli oleari fino al punto del pareggio firmato al servizio da uno scatenato Padura Diaz. Comincia una fase punto a punto in un clima incandescente, Padura Diaz porta avanti i suoi per la prima volta dopo parecchio tempo ma sul 24-25, Spoleto non trema e sorpassa a sua volta con lo show di Ivan Raic che dopo aver riportato sopra i suoi chiude con un ace.

Roma inizia forte il terzo parziale con Padura Diaz (attacco vincente ed ace) e Snippe, ace anche per lui e time out Monti sul 5-8. Il muro di Zoppellari su Mariano vale il massimo vantaggio per i capitolini, Monti risponde mandando in campo Bertoli e Agostini per Galliani e Mariano, poi anche Costanzi per Corvetta. Il prodotto del vivaio oleario è subito un fattore perché firma un ace e si permette di stoppare a muro Padura Diaz, il Palarota è in visibilio e la Monini a meno uno (13-14). Un muro di Franceschini su Agostini riporta a più tre Roma, più 4 con il missile di Pollock aria-terra di Pollock. E’ sempre un attacco da posto 3, ma di Franceschini, a portare la gara al quarto set.

3-0 Spoleto in apertura di quarto parziale con un ottimo servizio di Van Berkel, bellissimo il punto del 5-2 appoggiato a terra da Galliani che fa scattare in piedi il pubblico. Raic ha ancora tanta benzina in corpo quando attacca tre palloni consecutivi, più 4 Spoleto ma Roma rientra con le battute di Padura Diaz e per Monti è consigliabile chiamare un time out. Le battute in questa fase sono un fattore, dopo Padura Diaz è il turno di Snippe pescare un doppio ace che riporta i suoi in vantaggio (14-16). Squadre appaiate a quota 20 grazie ad un ottimo break point oleario chiuso dal solito Raic, poi però Franceschini mura Zamagni e vanifica l’ottima ricezione di Bertoli sul servizio di Padura. L’errore al servizio di Raic manda le squadre al tie break.

Che per la Monini inizia bene visto l’errore in pipe di Snippe (3-1) e il muro di Zamagni su Padura (5-2). Le cose gli oleari se le complicano da soli regalando un punto agli avversari in seguito al cartellino rosso comminato per proteste a Raic. Si cambia campo con la Monini avanti 8-6, Zoppellari fa il Bruninho ed è 8-7 poi un video check infinito cambia la decisione degli arbitri e riconsegna il doppio vantaggio ai padroni di casa. Ha dell’incredibile il punto della parità, dopo una difesa pazzesca Roma se lo vede consegnare direttamente da Zamagni che sbaglia il primo tempo. Nel finale è ancora Padura Diaz show, passa Roma dopo oltre due ore e mezzo di partita.

Monini Spoleto – Ceramica Scarabeo Gcf Roma 2-3 (25-16; 27-25; 21-25; 22-25; 13-15)

Monini Spoleto: Zamagni 11, Mariano 8, Raic 28, Galliani 21, Van Berkel 4, Corvetta 1, Bari (L), Costanzi 3, Bertoli 4, Agostini, Cubito, Di Renzo (L), Katalan, Segoni. All: Monti

Ceramica Scarabeo Gcf Roma: Franceschini 7, Pollock 12, Tiozzo 13, Zoppellari 3, Padura Diaz 23, Snippe 20, Romiti (L), Sacripanti, Fantini, Losco, Saturnino, Rau. All: Spanakis