Gara 1 se la prende la Monini Marconi, prestazione super nella bolgia del Palarota

willy

Una Monini Marconi sontuosa batte col massimo scarto Castellana Grotte si porta avanti nella serie di quarti di finale. Il triplice 25-19 che gli oleari infliggono ai pugliesi è frutto di una prestazione eccellente in tutti i fondamentali, dove hanno funzionato a dovere anche quegli aspetti che non finiscono nei tabellini degli scout, ma che in campo fanno tutta la differenza del mondo: tocchi a muro, tuffi, difese ai limiti del possibile che esaltano un Palarota colmo di gente e di entusiasmo. Questa squadra ora si diverte e fa divertire, soprattutto non va voli pindarici ma pensa gara dopo gara. Quella odierna è la quarta consecutiva tra stagione regolare e playoff.

La cronaca – Spoletoe Castellana Grotte sono entrambe in formazione tipo, l’atmosfera che si respira al Palarota è da brividi. L’avvio di partita è molto equilibrato, i due team sembrano studiarsi un po’. E’ Castellana Grotte la prima a prendere l’iniziativa con un buon turno al servizio di Bertoli che frutta il 4-7, primo time out per Tardioli. Il muro tetto su Cazzaniga permette agli oleari di avvicinarsi a meno uno, ma i pugliesi col servizio sono molto incisivi e riescono a mantenersi a distanza di sicurezza. Spoleto torna avanti con un uno-due mortifero a muro, poi Mariano e Padura Diaz incrementano il vantaggio a 17-14. Time out obbligato per Castellano sul “one man show” di Padura Diaz che frutta il 20-16. Azzeccatissimo il cambio tra Ottaviani e Fedrizzi, la bomba al servizio di quest’ultimo viene trasformata da Zoppellari nel punto del 23-18. L’errore di Cazzaniga consegna il primo set ai padroni di casa.

Con l’inerzia dalla propria parte, Spoleto prova a fare gara di testa anche nel secondo set (8-4). Aguenier è devastante al servizio con due ace, 10-4 e time out per Castellano che manda dentro Campana e Mazzon per Longo e Bertoli. Massimo vantaggio Spoleto con il pallonetto da seconda linea di Mariano (13-6), lo spettacolo è totale quando Zoppellari smarca senza muro Padura Diaz che inchioda il 18-9. Gli ospiti hanno un sussulto con i tre ace consecutivi di Cazzaniga, tutto il Palarota tira un sospiro di sollievo quando Mariano mette palla a terra e fa uscire i suoi da una rotazione terribile. In un finale di set dove la Materdomini ritrova un po’ di fiducia la Monini è brava a non disunirsi. E’ Ottaviani con una ricezione eccellente e un attacco chirurgico a scrivere 2-0 sul tabellino (25-19).

Il finale di secondo set da un po’ di fiducia agli ospiti che iniziano decisi nel terzo, ma Spoleto non molla un centimetro e con due ace di Zoppellari torna a condurre (8-7). Ora il gioco è molto fisico in entrambe le metà campo, ma Mariano dimostra che conta anche la classe quando trova il tocco in mezzo al muro che vale il 15-13. Le squadre si sorpassano di continuo, nessuna riesce a prendere l’inerzia e allora ci provano i due allenatori chiamando dei time out ravvicinati. Ne esce meglio la Monini che conquista il break point con Padura Diaz e Mariano, ma grande merito anche alle battute di Aguenier sempre insidiosissime. E’ la spallata che serviva per indirizzare la gara, Mariano ci mette una ulteriore ciliegina e Zamagni la chiude con un primo tempo dei suoi. Il selfie coi tifosi è più che mai d’obbligo.

Monini Spoleto – Materdominivolley.it Castellana Grotte 3-0 (25-19; 25-19; 25-19)

Monini Spoleto: Zamagni 9, Mariano 10, Zoppellari 3, Padura Diaz 19, Ottaviani 7, Aguenier 8, Santucci (L), Fedrizzi, Segoni, Costanzi, Rosso, Festi, Katalan, Vindice (L). All: Tardioli

Materdominivolley.it Castellana Grotte: Fiore 9, Longo 1, Gargiulo 1, Patriarca 9, Bertoli 4, Cazzaniga 16, Battista (L), Di Carlo 1, Mazzon 1, Campana, Floris, Primavera. All: Castellano