Costanzi e Segoni: la Monini Marconi conferma i “gemelli” del volley spoletino

costanzi-segoni

Matteo Segoni e Riccardo Costanzi giocheranno ancora in A2 per la squadra della loro città natale. Con grande soddisfazione la dirigenza Monini Marconi ha annunciato la conferma dei due talenti del volley spoletino, cresciuti nel settore giovanile e definitivamente consacratisi nella seconda serie nazionale dove, pur non essendo titolari in pianta stabile, hanno dimostrato di meritarsi al cento per cento il posto in squadra ogni volta che sono stati chiamati in causa, sia nel sestetto iniziale che a partita in corso.

Schiacciatore-opposto il primo, palleggiatore il secondo, Segoni e Costanzi hanno scritto insieme tante pagine di storia recente della Monini Marconi, dalla vittoria del campionato di Serie C alla promozione in B1. Nella scorsa stagione sono ulteriormente cresciuti sotto la guida tecnica prima di Riccardo Provvedi e poi di Luca Monti e si candidano, nel prossimo campionato di A2, ad essere ancora protagonisti.

“Sono molto contento di questa riconferma – commenta Matteo – perché nonostante anche quest’anno la società stia allestendo una squadra molto forte io continuo sempre ad essere parte di essa, rientrando quindi nei suoi piani e in quelli dell’allenatore. Si prospetta un altro campionato lungo e difficile ma la squadra che via via sta prendendo forma sembra molto competitiva e questo mi spinge a pensare che ci divertiremo molto, togliendoci, spero, delle belle soddisfazioni”.

Gli fa eco il suo grande amico Riccardo: “Lo scorso campionato è stato il primo per me in Serie A, nonostante l’epilogo sfortunato è stata un’esperienza incredibile che sono felicissimo di poter ripetere. Spero di poter essere sempre più utile alla causa, mi impegnerò tanto per riuscirci e a questo proposito sono molto contento di poter lavorare ancora con Luca Monti e Marco Lionetti perché apprezzo molto il loro metodo di lavoro. Non amo fare proclami ma posso promettere che da parte mia e dei miei compagni ci sarà tantissima voglia di fare bene per questa società e per Spoleto”.

Il palleggiatore è stato buttato nella mischia molto spesso da coach Monti, sia per sfruttare le sue doti al servizio che per alzare i centimetri del muro. Anche Segoni ha avuto diverse opportunità di mettersi in luce, anche per interi match come quando, orfani dell’opposto titolare, gli oleari superarono in casa la Caloni Agnelli Bergamo trovando proprio in Segoni il “man of the match”. Entrambi si dedicheranno al lavoro durante l’estate, Matteo nel bar di zio Corrado e Riccardo all’Agrileisuretime di Terraia. Poi un po’ di vacanze prima del ritrovo per la preparazione. Per l’ennesimo anno insieme, per l’ennesimo anno con i colori della loro città cuciti sul petto.