Buona la prima per Tardioli, una grande Monini supera 3-0 Lagonegro

spoleto-lagonegro (100)

Il secondo battesimo di Francesco Tardioli sulla panchina della Monini Marconi in A2 non poteva essere migliore. 3-0 su Lagonegro, vittoria di squadra voluta dal primo all’ultimo pallone, gestita nei momenti più blandi e aggredita ogni volta che gli avversari hanno provato a ricucire gli strappi inferti da Zamagni, votato MVP alla fine, e compagni. Ma non c’è troppo tempo per festeggiare. Da domani in poi il lavoro del coach e del suo staff sarà ancora più duro, perché con gli scontri diretti a Brescia e con Reggio Emilia in casa che incombono è essenziale trovare quadratura in campo e continuità di rendimento.

La cronaca - Tardioli compone la diagonale di posto 4 con Mariano e Ottaviani, confermando il resto del sestetto. Falabella deve rinunciare non solo a Boswinkel ma anche a Del Vecchio, dentro Barreto e Maiorana. Proprio Maiorana piazza l’ace del 2-5, a cui risponde Zamagni col muro del 5-6. Lagonegro mantiene il doppio vantaggio fino al muro di Padura su Maiorana per il 9 pari, poi si procede punto a punto grazie alle buone soluzioni trovate dei due palleggiatori. Tardioli chiama il suo primo time out sul 16-17 e infonde fiducia ai suoi che rientrano con una gran difesa di Santucci e due attacchi pazzeschi di Mariano, che firma anche il muro del 23-19. Set in ghiaccio col primo tempo di Zamagni che manda le squadre al primo riposo lungo col punteggio di 25-20.

Spoleto parte forte nel secondo set, bene Padura Diaz in attacco e molto bene la difesa che raccoglie tanti palloni vaganti. Falabella deve fermare il gioco dopo il muro di Aguenier che vale il 6-2. Tardioli vince anche la sua prima sfida assoluta col video check, che conferma in campo l’attacco di Zamagni. Appena gli oleari si rilassano un pochino Lagonegro torna sotto, e allora servono l’ace di Willy e il muro di Aguenier per far tornare il sereno (16-10). Ma quando la Monini sembra avere in mano il parziale ecco il break pesante di Lagonegro, che non pareggia solo grazie al terzo video check azzeccato da Tardioli. E’ la svolta decisiva del set, che viene chiuso in grande stile da una doppia giocata di Zamagni.

Nel tentativo di invertire il trend della gara, Falabella manda dentro Di Coste per Galabinov nel terzo parziale, ma è sempre la Monini a dettare il ritmo con un ispiratissimo Ottaviani e un Mariano chirurgico in attacco. Time out Falabella sull’11-7 per i padroni di casa, ma si rientra con un monster block di Padura su Di Coste che induce Falabella a richiamare in causa Galabinov. Aguenier è una sentenza in questa fase, gli dà una mano il collega di reparto Zamagni col muro tetto su Galabinov che scrive il 19-14 e genera il time out di Falabella. Stavolta il tecnico lucano riesce a scuotere i suoi che rientrano a meno due, ma Aguenier non ci sta e fa esplodere il Palarota con una giocata pazzesca. E’ il preludio al trionfo oleario che si concretizza sul 25-18.

Monini Spoleto – Geosat Geovertical Lagonegro 3-0 (25-20; 25-20; 25-18)

Monini Spoleto: Zamagni 12, Mariano 10, Zoppellari 1, Padura Diaz 17, Ottaviani 8, Aguenier 17, Santucci (L), Segoni, Festi, Costanzi, Rosso, Fedrizzi, Di Renzo (L), Katalan. All: Tardioli

Geosat Geovertical Lagonegro: Calonico 5, Pedron 2, Maiorana 9, Marra 7, Galabinov 5, Barreto 9, Fortunato (L), Di Coste 1, Turano, Maccabruni, Sardanelli (L): All: Falabella