Battaglia incredibile a Lagonegro, vince la Monini Marconi!

lagonegro-spoleto

La Monini Marconi esce dal Pala Alberti con 3 punti pesantissimi in tasca, che la riportano al terzo posto solitario della classifica dietro Mondovì e Brescia. Una vera e propria battaglia quella tra gli umbri e i lucani, in parte condizionata anche dalla coppia arbitrale che ha ritardato tantissimo l’inizio del terzo set ed estratto a ripetizione cartellini rossi. Questo però non ha tolto nulla allo spettacolo in campo, grande, se non dal punto di vista del gioco, sicuramente da quello della grinta. Dopo una partenza bruciante gli oleari, ancora una volta, si sono un po’ inceppati dando modo alla Geosat Geovertical di rientrare in partita. Stavolta però il copione è stato diverso dal solito perché a metà del quarto set, quando ormai la tavola sembrava apparecchiata per il tie break, Aguenier e compagni hanno tirato fuori gli attributi e conquistato ai vantaggi la vittoria dopo una rimonta sensazionale.

La Cronaca - Capitan Rosso è in ripresa ma non ancora pronto per partire titolare, Monti ripropone allora lo stesso sestetto delle ultime due gare con Ottaviani e Mariano in banda. I padroni di casa sono in sestetto tipo, Galabinov è recuperato ma parte dalla panchina e quindi spazio a Barreto in posto 4.

1° set - Gli oleari partono bene con un 7 su 7 in attacco e un Aguenier molto in palla, il time out di Falabella arriva sul 5-9 messo a segno da Padura Diaz. Lagonegro esce dalla pausa con un buon break firmato Boswinkel, Spoleto però sfrutta bene tutte le azioni di contrattacco e, con un Padura Diaz molto ispirato sia in attacco che in battuta, torna a più sei (12-18) costringendo Falabella a spendere il suo secondo time out discrezionale. Massimo vantaggio umbro col muro di Zoppellari su Del Vecchio (14-21), il set però è tutt’altro che finito perché Lagonegro ha un sussulto e torna a meno 4, Monti non può esimersi dal fermare il gioco. Calonico firma due muri consecutivi su Padura (20-23), poi l’ace del 22-24 e per Monti serve un altro time out. La paura passa solo sul primo tempo di Aguenier che sigla il 22-25.

2° set - Due muri di Padura Diaz e Zamagni danno una buona spinta alla Monini per iniziare il secondo set, il gioco degli oleari però non è pulito e i locali ne approfittano per portarsi in vantaggio con Barreto (7-6). Immediata reazione ospite, ancora col servizio di Aguenier: 9-10 e time out Falabella. Si rientra col secondo muro di Zoppellari, ancora su Del Vecchio, e con il secondo ace consecutivo di Aguenier (9-12), ma dall’altra parte c’è il momento di grazia di Boswinkel che fa malissimo in battuta. Nel momento più difficile per la Monini sale in cattedra Mariano, che però non basta da solo ad evitare il pareggio firmato Calonico a quota 23, da cui nasce il time out di Monti. Un time out che sortisce gli effetti sperati, perchè con due punti consecutivi, l’ultimo di Zamagni direttamente dai 9 metri, la Monini sale 0-2 nel conto dei set.

3° set – Il terzo set inizia con grande ritardo perché gli arbitri, per sedare le proteste dei padroni di casa secondo cui due azioni della Monini nel finale di secondo set erano viziate da un fallo, estraggono un cartellino rosso ai danni del DS lucano Tortorella.

Si comincia quindi con la Monini avanti 1-0 ma con una Geosat Geovertical arrabbiatissima, al primo punto di Boswinkel esplode infatti l’intero palazzetto. Time out Monti sul 6-3 Lagonegro con un gran muro di Barreto su Padura Diaz. Spoleto è in confusione, ne approfittano i padroni di casa che con una serie di muri ben assestati in posto 2 e 4 doppiano gli avversari (10-5). C’è un rosso anche per Zoppellari, al time out di Monti segue quello di Falabella sul 14-10. C’è Segoni in campo per Padura Diaz, c’è anche il muro di Aguenier su Calonico e l’ace di Zamagni che riportano a meno tre gli oleari (17-14). Falabella ferma il gioco sul 18-16 e scuote i suoi, che rientrano in campo determinatissimi e in un lampo scappano a più sei (22-16). Prima della fine Monti toglie dal campo Zoppellari, Mariano e Aguenier per farli rifiatare in vista del quarto parziale, che diventa una realtà poco dopo.

4° set - Super inizio di Lagonegro nel quarto set (4-1), Monti richiama subito Padura Diaz in panchina inserendo Segoni. Nonostante un grande ace del numero 14 la scossa non arriva, anzi, arriva il break pesante di Lagonegro che trova anche l’ace di Calonico per il 9-4. Ci prova Aguenier a tenere a galla la Monini Marconi, suoi i punti che riportano gli ospiti a meno tre (14-11). Lagonegro, che in questa fase contrattacca con maggiore efficacia, non trema neanche in questo caso, ma adesso gli oleari ci credono e finalmente perfezionano l’aggancio a quota 22. Si arriva ai vantaggi dove diventa fondamentale Mariano: due palloni pesantissimi messi a terra dal “maestro”, un errore fatale per Boswinkel che fino a quel momento era stato eccezionale: è la Monini Marconi a vincere la “battaglia” del Pala Alberti.

 

Geosat Geovertical Lagonegro – Monini Spoleto 1-3 (22-25; 23-25; 25-18; 27-29)

Geosat Geovertical Lagonegro: Pedron 2, Boswinkel 25, Barreto 19, Calonico 13, Marra 5, Del Vecchio 1, Sardanelli (L), Maiorana 5, Fortunato (L), Maccabruni, Di coste, Turano, Ribezzo. All: Falabella

Monini Spoleto: Zamagni 12, Mariano 14, Zoppellari 3, Padura Diaz 14, Ottaviani 6, Aguenier 15, Santucci (L), Di Renzo (L), Rosso, Segoni 5, Costanzi, Cristofaletti, Festi 1, Katalan. All: Monti