Al Palarota arrivano i Lupi, Tardioli “Obbligo verso noi stessi, tifosi e società di farci trovare pronti”

tardioli

La Monini Marconi è chiamata ad una prestazione maiuscola contro i Lupi di Santa Croce. Vuoi per il quarto posto da difendere con le unghie e con i denti, vuoi per prestigio che riveste questa sfida, vuoi per la sana rivalità tra le tifoserie, quella che andrà in scena domenica non sarà una gara come tutte le altre. L’obiettivo dichiarato degli oleari sono i 3 punti, che li avvicinerebbero ancora un po’ al sogno chiamato playoff promozione. Basta questo per trovare le motivazioni giuste, se poi si aggiunge il fattore Palarota, pronto a riempirsi di tifosi e di entusiasmo, allora ci sono tutti gli ingredienti per un match di alto livello.

“Sarà una gara davvero interessante – commenta coach Francesco Tardioli – dovremo mettere in campo più di quanto fatto fino ad ora e alzare l’asticella. La classifica dice che i giochi sono ancora aperti dalla seconda alla quinta posizione, quindi dovremo fare il massimo. Incontreremo un avversario di grande valore, credo che la posizione di Santa Croce in classifica non rispecchi le reali potenzialità di questa squadra, che sono davvero molto elevate. Ecco perché abbiamo l’obbligo, verso noi stessi, la società e i nostri tifosi, di farci trovare pronti a questa battaglia, che potrebbe rappresentare un crocevia importantissimo verso i playoff”.

Prosegue poi il tecnico oleario: “E’ vero che le nostre ultime prestazioni non sono state eccelse, ma abbiamo sempre mosso la classifica anche in condizioni particolari. Ora abbiamo in mano il pallino del gioco, dovremo dimostrare tutto il nostro valore, chi veramente siamo. Stiamo studiando da giorni i Lupi per non lasciare nulla al caso, sinceramente non vedo l’ora di giocare questa partita”.

Non vede l’ora tutto il popolo gialloblu, che spera di esultare sugli spalti insieme ai propri beniamini in campo. Previsto infatti il pubblico delle grandi occasioni, con i ragazzi della “Brigata Scialò” – questo il nuovo nome della tifoseria organizzata – che annunciano spettacolo in tribuna.

Quanto ai contenuti tecnici del match, Spoleto-Santa Croce sarà la sfida tra due grandi opposti: Willy Padura Diaz da una parte e Wagner Pereira dall’altra, probabilmente i migliori interpreti del ruolo in A2. Ma sarà soprattutto la sfida tra due società dal glorioso passato che in estate erano state insignite dei favori del pronostico nel girone bianco. Se la Monini è ancora in lotta per i playoff promozione, i Lupi hanno dovuto già da qualche tempo rinunciare a quel sogno e proveranno a mantenere la categoria attraverso i playoff di metà classifica. Ma non ingannino i 9 punti di distacco in classifica, perché Spoleto-Santa Croce non potrà mai essere una partita scontata o banale.

Vincerà chi avrà più fame, chi crederà di più nei propri mezzi. Per tutti questi motivi l’appuntamento di domenica 24 al Palarota (prima battuta alle ore 18) è di quelli da non perdere per nessuna ragione al mondo.